NOCTURNE
"Quando dici molte parole, non sempre significano qualcosa, o forse non significano nulla comunque, e noi pensiamo solo che vogliano dire qualcosa". -Delirio-
:: By the pricking of my thumbs, Something wicked this way comes... :: :: HoMe Luna-link alla mia homepage | *Qualcosa da dichiarare?*|

" Sono fin troppo consapevole del fatto che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio
e io vivo nel terrore di non essere frainteso." (Oscar Wilde)

QUELO

"Le c0se n0n SeRve chE SiaNo aCcaDutE pEr eSsere vEre.
I RaCconti e i SognI son0 le vErità omBrA che durEraNno quanDo i seMplIci fAtTi sAraNno p0lVere e cEneri, e DimentIcati."
(Sogno, in Terre del Sogno)


Questo è un blog decappizzato
*A me MI piace*:
Il rosso intenso, gli orsi, cucinare, la corte Unseelie, la cancelleria, il verso dei corvi alla mattina, ma pensandoci bene i Corvi in tutto, la radio, cantare, le Storie, la neve fitta fitta, il sushi, la pioggia sugli abbaini, Guglielmo Scuotilancia, il vento di febbraio, Tori Amos, i dolci di carnevale, Il parco Talon, il caffè lungo filtrato, l'Irlanda, Baudelaire, Goldrake, fotoscioppp, i glitter, il ciclo Arturiano, Lush, la lingua Giapponese, Laurell K. Hamilton, giocare di ruolo, i fumetti, scrivere, lo swing, nuotare nei fiumi, i treni, Hogwarts, il Kyr Royal, gli appennini, ancora 5 minuti, Star Trek, tirar mattina, le candele che odorano di candela, creare cose, Spike, i maron glacés, il profumo all'anice stellato, la marmellata di rose, accendere il fuoco...





*A me invece non MI piace*:
La televisione al mattino, I carciofi, il lunedì, la Fallaci, l'emicrania, Fabio e Fiamma, le brioches scadenti, i realisti sempre e comunque, l'aceto, quelli che'giappione, cina, è uguale...', essere presa in giro, la dieta, svegliarsi presto, i telefoni, chi parla al cinema, il limone sul salato, i criticoni, la banalizzazione, il mal di piedi, la neve quando si sporca, i reality sciò, il gelato fatto con "le polverine", guidare in montagna, l'acqua gassata, Bush, la grappa, il traffico, le trasmissioni sportive, l'insonnia, i bagni alla turca, le vespe, i giornali economici, l'odore di sigaretta la mattina, Celentano, i vigili urbani, il naso chiuso, le mezze stagioni, Fabio e Fiamma, le mode lessicali...




[::.. Post on the Spot ..::]
:: Takling about Tolkien
:: Quesiti di Astronomia
:: Analizzando l'ammmore
:: The Iron Pagoda
[::.. Altre storie ..::]
:: La mia HOMEPAGE
:: Storie di Felsina
:: Tanachvil Flickr
:: DevianTANart
:: MySpace
:: Studio Dronio
:: Bascanos
:: Faeryboy
:: Bottomfioc
:: L.K.Hamilton
:: Valerio Evangelisti
:: Neil Gaiman
:: Neil Gaiman 2
:: AMERICAN GODS
:: JK Rowling
:: Bardolatry
:: The Kevin Bacon Game!
:: Hyper Trek
:: TrekPortal
:: Sexylosers
:: FURIAE
:: PotterPuppetPals!
:: Harry Potter Forum
:: TechnoratiProfile
:: Wikiquote

*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
No1984
Blog Aggregator 3.0 - The Filter
My Amazon.com Wish List

*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***

[::..PersoneNellaRete..::]
:: Notturno Felsineo-1
:: A laMesa y a laCama
:: Il cielo sopra Merlino
:: Masayume
:: MondoSecco
:: Vuoleunapellesplendida
:: MazingaAvanti!
:: Byron
:: Risveglio Antropomorto
:: Altromail
:: ZombieGlam
:: Eriadan
:: Monkeyling
:: Dialoghi allucinanti...
:: Brokenmirror
:: SeChAt
:: TLUC
:: HeartShapedKitekat
:: La Locanda
:: Fulmini nell'oscurità
:: Macchianera
:: Macchissenefrega
:: Il cammino del lupo
:: Ctr-alt-canc
:: Citirrì
:: Sestaluna
:: Il blog di Neil Gaiman
:: Giusec&Frienz

[::...Scrivo anche su...::]

Dei o Demoni


*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
::Hai voglia di parlare?::

Chat
Eowyn di provincia cerca Faramir, anche non numenoreano.
Astenersi perditempo e promessi sposi di principesse elfiche in cerca di emozioni.


*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
Licenza Creative Commons
Quest' opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Blogger Bolognesi Uniamoci! ;)
[::..Quel che e' stato..::]
ottobre 2002 novembre 2002 dicembre 2002 gennaio 2003 febbraio 2003 marzo 2003 aprile 2003 maggio 2003 giugno 2003 luglio 2003 agosto 2003 settembre 2003 ottobre 2003 novembre 2003 dicembre 2003 gennaio 2004 febbraio 2004 marzo 2004 aprile 2004 maggio 2004 giugno 2004 luglio 2004 agosto 2004 settembre 2004 ottobre 2004 novembre 2004 dicembre 2004 gennaio 2005 febbraio 2005 marzo 2005 aprile 2005 maggio 2005 giugno 2005 luglio 2005 agosto 2005 settembre 2005 ottobre 2005 novembre 2005 dicembre 2005 gennaio 2006 febbraio 2006 marzo 2006 aprile 2006 maggio 2006 giugno 2006 luglio 2006 settembre 2006 ottobre 2006 novembre 2006 dicembre 2006 gennaio 2007 febbraio 2007 marzo 2007 aprile 2007 maggio 2007 giugno 2007 luglio 2007 agosto 2007 settembre 2007 ottobre 2007 novembre 2007 dicembre 2007 febbraio 2008 marzo 2008 aprile 2008 maggio 2008 giugno 2008 luglio 2008 settembre 2008 ottobre 2008 novembre 2008 dicembre 2008 gennaio 2009 febbraio 2009 marzo 2009 aprile 2009 maggio 2009 luglio 2009 febbraio 2010 aprile 2010 maggio 2010 agosto 2010 settembre 2010 ottobre 2010 novembre 2010 marzo 2011 agosto 2011
** ** *°* ** **

“Quando il fato t’è contrario e mancato ti è il successo... Smetti di far castelli in aria e va a piangere sul...”

CURRENT MOON
moon phases
** ** *°* ** **


::mercoledì, luglio 02, 2003 ::

Bene bene...Ieri sera a Bologna, gran festa cittadina con uno di quegli appuntamenti che ti
senti un cretino se non ci vai.(...E la sintassi in questo periodo è un ricordo lontano.)

Albertazzi legge Dante dalla balconata delle torre degli Asinelli, come Carmelo Bene
nell'81, tutta Bologna si accalca in attesa di rivivere forse i momenti straordinari che i
miei genitori mi hanno raccontato chissa' quante volte. Io nell'81 avevo appena due anni e
quella sera ero a casa con la sorellina undicenne, quindi Carmelo Bene non l'ho sentito se
non nel ricordo di chi quella sera c'era. Allora è un po' come recuperare il tempo passato,
mettersi in pari, si corre tutti sotto le due Torri per avere anche noi un ricordo del
genere.
Solo che gia' all'arrivo si comincia a capire che le cose non sono nemmeno lontanamente
simili all'immagine mentale che ti sei costruito. Intanto non c'e' tutta la gente che ti
aspettavi di trovare, per lo più sono signore di mezza eta' con la seggiolina pieghevole,
davanti alla Feltrinelli invece c'è un pubblico un po' meno attempato, biciclette, gente che
capita anche l? per caso e domanda in giro cosa stia succedendo. Via Rizzoli chiusa al
traffico è bellissima, peccato che nessuno abbia pensato a spegnere quel dannato semavoro
prorprio attaccato alle torri, non tanto per il fatto che la luce verde ci faccia sembrare
tutti dei cadaveri (Vero Velvetchild?) quanto per quel maledetto cicalio che il semaforo fa
ogni colta che scatta l' avanti per i pedoni! Vabbeh...

Albertazzi arriva con un macchinone nero e fende la folla in completo-nero-con-giacca-bianca
d'ordinanza, sale la torre, si affaccia al balone e, con canonico ritardo, si comincia.
Già l'inizio è avvisaglia pessima "Peeeeeeerr MeeeeéEEEE'!" E io, dentro di me penso
"Peeeeer teee cosa?" ma lo tengo per meeeeee.... Appunto.
Inizia la lettura del terzo canto dell'inferno... Sanza infamia e sanza lode? Versi
'cantati' e privati di emozione, significato, corpo... Scorrono via. sospendo il giudizio e
aspetto. Aspettiamo, perchè accanto a me c'è mia sorella e dall'altra parte il Velvetchild,
con l'aria ugualmente perplessa e un prncipio di disgusto.
Dal terzo canto si passa al quinto...Calma, non dall'inizio, niente Minosse e compagnia
bella! Naturalemtne si legge solo 'Paolo e Francesca'! E il pubblico ammaestrato mugola e
annuisce...Due fidanzatini si baciano.... OOOOOH!!! Ma vi siete rincolgioniti???

A me nemmeno esalta troppo il quinto dell'inferno, francamente mi ha stomacato a forza di
sentirlo in tutte le salse, pero' resta sempre gran poesia...Ecco, tiusciamo a renderlo
orribile e ridicolo stasera dalla torre.

Poi si passa ad Ugolino...Vi giuro che da come l'ha letto non ci si capiva nulla. E io lo so
quasi a memoria. e quasi non capivo più il senso del canto. E la gente annuiva contenta,
facendo finta di capire...Ma il peggio vien dopo.
Purgatorio, abbandono di Virgilio e arrivo della stronz...Di Beatrice. Normalmente mi
commuovo sempre qui. Stavolta mi viene da piangere ma non è la commozione, poi
l'Albertazzi si lancia sul paradiso e l?...

Quanti di voi si ricordano il canto trentatrè del paradiso si ricordano anche di quanto la
poesia in quegli ultimi versi si faccia serrata, divewnti difficile capire quello che Dante
descrive...Naturalmente, visto che è proprio quest l'intenzione, rendere l'idea
dell'ineffabile, dell'inesprimibile. Ma a chi legge attentamente il significato e la
bellezza musicale di quei versi arriva chiaro, diretto. Quando chi legge ad alta voce ha
bene chiaro il significato di quello che sta dicendo anche chi ascolta comprende.
Secondo me Albertazzi del trentatreesimo canto non aveva capito una mazza.

E una mazza hanno capito tutte quelle persne che continuavano a ripetere 'Eh si'! E' proprio
bravo!' quando ululava come un cane bastonato massacrando i versi su quell'inutile
accompagnamento musicale di un percussionista che ci stava come la marmellata sulle
acciughe!

Poi naturalmente ci sono i bis.

Dei quali si sarebbe fatto volentieri a meno.
Dalla balconata Albertazzi dice la sua: "Io mi ritufferei nell'Inferno!" e Velvetchild
accanto a me: "S? ma vedi di farlo di testa!"

Immancabile arriva il canto XXVI e io tremo... Ulisse. Il paragone con Bene qui è al suo
culmine e anche se io, come già detto nell'81 non c'ero, mi rendo subito conto che il
paragone non esiste. Non c'è proprio. I versi del ventiseiesimo vengono massacrati, versi
che sono splendidi anche letti da un bambino di quattro anni diventano piatti e muti,
l'architettura di suoni si perde, si perdono i mille piccoli appigli all'anima che quelle
parole sanno gettare... Per fortuna finisce in fretta.

Fragoroso applauso. Non cos? fragoroso per?. Intorno a noi, certamente, c'è chi si guarda
soddisfatto e dice quello che avrebbe detto anche se Albertazzi si fosse messo a leggere La
Commedia coi rutti: "Che braaaahvo! Veramente!" ma sono moltissime le facce disgustate,
deluse, rattristate, teste he scuotono e persone che se ne vanno mentre l'appaluso
istituzionale e' ancora in corso.

Ce ne andiamo anche noi, ognuno con i suoi commenti negativi e piano piano si sovrappone
alla serata il ricordo di un certo vittorio Gassman che si prendeva per il culo e leggeva il
menu'... L'impressione è la stessa, solo che Albertazzi era serio.







:: Tanachvil alle 11:54 ::pErMaLiNk::
:: Abbiamo vinto 0 Commenti: Usate questo d'ora in poi!!! ::


Questo link resterà qui per un po', per farvi leggere i vecchi commenti, ma d'ora in avanti usate il nuovo link là sopra, grazie!

'^°-.,_,.-°^'^°-.,_ :: :: Double, double, toil and trouble, fire burn and cauldron bubble...:: :: _,.-°^'^°-.,_,.-°^'


This page is powered by 
Blogger. Isn't yours?