NOCTURNE
"Quando dici molte parole, non sempre significano qualcosa, o forse non significano nulla comunque, e noi pensiamo solo che vogliano dire qualcosa". -Delirio-
:: By the pricking of my thumbs, Something wicked this way comes... :: :: HoMe Luna-link alla mia homepage | *Qualcosa da dichiarare?*|

" Sono fin troppo consapevole del fatto che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio
e io vivo nel terrore di non essere frainteso." (Oscar Wilde)

QUELO

"Le c0se n0n SeRve chE SiaNo aCcaDutE pEr eSsere vEre.
I RaCconti e i SognI son0 le vErità omBrA che durEraNno quanDo i seMplIci fAtTi sAraNno p0lVere e cEneri, e DimentIcati."
(Sogno, in Terre del Sogno)


Questo è un blog decappizzato
*A me MI piace*:
Il rosso intenso, gli orsi, cucinare, la corte Unseelie, la cancelleria, il verso dei corvi alla mattina, ma pensandoci bene i Corvi in tutto, la radio, cantare, le Storie, la neve fitta fitta, il sushi, la pioggia sugli abbaini, Guglielmo Scuotilancia, il vento di febbraio, Tori Amos, i dolci di carnevale, Il parco Talon, il caffè lungo filtrato, l'Irlanda, Baudelaire, Goldrake, fotoscioppp, i glitter, il ciclo Arturiano, Lush, la lingua Giapponese, Laurell K. Hamilton, giocare di ruolo, i fumetti, scrivere, lo swing, nuotare nei fiumi, i treni, Hogwarts, il Kyr Royal, gli appennini, ancora 5 minuti, Star Trek, tirar mattina, le candele che odorano di candela, creare cose, Spike, i maron glacés, il profumo all'anice stellato, la marmellata di rose, accendere il fuoco...





*A me invece non MI piace*:
La televisione al mattino, I carciofi, il lunedì, la Fallaci, l'emicrania, Fabio e Fiamma, le brioches scadenti, i realisti sempre e comunque, l'aceto, quelli che'giappione, cina, è uguale...', essere presa in giro, la dieta, svegliarsi presto, i telefoni, chi parla al cinema, il limone sul salato, i criticoni, la banalizzazione, il mal di piedi, la neve quando si sporca, i reality sciò, il gelato fatto con "le polverine", guidare in montagna, l'acqua gassata, Bush, la grappa, il traffico, le trasmissioni sportive, l'insonnia, i bagni alla turca, le vespe, i giornali economici, l'odore di sigaretta la mattina, Celentano, i vigili urbani, il naso chiuso, le mezze stagioni, Fabio e Fiamma, le mode lessicali...




[::.. Post on the Spot ..::]
:: Takling about Tolkien
:: Quesiti di Astronomia
:: Analizzando l'ammmore
:: The Iron Pagoda
[::.. Altre storie ..::]
:: La mia HOMEPAGE
:: Storie di Felsina
:: Tanachvil Flickr
:: DevianTANart
:: MySpace
:: Studio Dronio
:: Bascanos
:: Faeryboy
:: Bottomfioc
:: L.K.Hamilton
:: Valerio Evangelisti
:: Neil Gaiman
:: Neil Gaiman 2
:: AMERICAN GODS
:: JK Rowling
:: Bardolatry
:: The Kevin Bacon Game!
:: Hyper Trek
:: TrekPortal
:: Sexylosers
:: FURIAE
:: PotterPuppetPals!
:: Harry Potter Forum
:: TechnoratiProfile
:: Wikiquote

*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
No1984
Blog Aggregator 3.0 - The Filter
My Amazon.com Wish List

*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***

[::..PersoneNellaRete..::]
:: Notturno Felsineo-1
:: A laMesa y a laCama
:: Il cielo sopra Merlino
:: Masayume
:: MondoSecco
:: Vuoleunapellesplendida
:: MazingaAvanti!
:: Byron
:: Risveglio Antropomorto
:: Altromail
:: ZombieGlam
:: Eriadan
:: Monkeyling
:: Dialoghi allucinanti...
:: Brokenmirror
:: SeChAt
:: TLUC
:: HeartShapedKitekat
:: La Locanda
:: Fulmini nell'oscurità
:: Macchianera
:: Macchissenefrega
:: Il cammino del lupo
:: Ctr-alt-canc
:: Citirrì
:: Sestaluna
:: Il blog di Neil Gaiman
:: Giusec&Frienz

[::...Scrivo anche su...::]

Dei o Demoni


*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
::Hai voglia di parlare?::

Chat
Eowyn di provincia cerca Faramir, anche non numenoreano.
Astenersi perditempo e promessi sposi di principesse elfiche in cerca di emozioni.


*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
Licenza Creative Commons
Quest' opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Blogger Bolognesi Uniamoci! ;)
[::..Quel che e' stato..::]
ottobre 2002 novembre 2002 dicembre 2002 gennaio 2003 febbraio 2003 marzo 2003 aprile 2003 maggio 2003 giugno 2003 luglio 2003 agosto 2003 settembre 2003 ottobre 2003 novembre 2003 dicembre 2003 gennaio 2004 febbraio 2004 marzo 2004 aprile 2004 maggio 2004 giugno 2004 luglio 2004 agosto 2004 settembre 2004 ottobre 2004 novembre 2004 dicembre 2004 gennaio 2005 febbraio 2005 marzo 2005 aprile 2005 maggio 2005 giugno 2005 luglio 2005 agosto 2005 settembre 2005 ottobre 2005 novembre 2005 dicembre 2005 gennaio 2006 febbraio 2006 marzo 2006 aprile 2006 maggio 2006 giugno 2006 luglio 2006 settembre 2006 ottobre 2006 novembre 2006 dicembre 2006 gennaio 2007 febbraio 2007 marzo 2007 aprile 2007 maggio 2007 giugno 2007 luglio 2007 agosto 2007 settembre 2007 ottobre 2007 novembre 2007 dicembre 2007 febbraio 2008 marzo 2008 aprile 2008 maggio 2008 giugno 2008 luglio 2008 settembre 2008 ottobre 2008 novembre 2008 dicembre 2008 gennaio 2009 febbraio 2009 marzo 2009 aprile 2009 maggio 2009 luglio 2009 febbraio 2010 aprile 2010 maggio 2010 agosto 2010 settembre 2010 ottobre 2010 novembre 2010 marzo 2011 agosto 2011
** ** *°* ** **

“Quando il fato t’è contrario e mancato ti è il successo... Smetti di far castelli in aria e va a piangere sul...”

CURRENT MOON
moon phases
** ** *°* ** **


::domenica, marzo 13, 2005 ::

Tra un po' questo blog tornerà forse ad essere meno serio. Ma per ora non riesco a staccare la mente da certe cose.
I miei due cent domenicali sulla situazione sono quest aintervista che ci è stata segnalata nella ML Eymerich.
Grazie a Paolo per la segnalazione.


Intervista all'ex marine Massey: "Uccisi 30 civili in due giorni"
Dissi al comandante che stavamo facendo massacri inutili
*"Noi, killer ai checkpoint
le regole non ci sono più"*
di RICCARDO STAGLIANO'

Il sergente Jimmy Massey è stato nei marines per 12 anni prima di finire
in Iraq. Nell'aprile 2003 al checkpoint che comandava sono stati uccisi,
in 48 ore, una trentina di civili: "Ci sono voluti due giorni perché ci
spiegassero che il nostro alzare il braccio per intimare l'alt era
interpretato come un gesto di saluto". Ha cominciato a non dormire più e
ha protestato con i superiori. Rispedito a casa per "disordine da stress
post-traumatico" è stato "congedato con onore" nel dicembre 2003. Oggi
gira l'America raccontando quello che ha visto "perché in Iraq tutte le
regole d'ingaggio e la Convenzione di Ginevra sono saltate".

*Com'è possibile un malinteso del genere?*
"Ricevevamo quotidianamente intelligence che ci mettevano in guardia
contro gli attacchi suicidi, la nostra ansia veniva ingrassata da inviti
a sospettare di donne e bambini, delle ambulanze: tutti gli iracheni
erano dipinti come terroristi. Le dita scattano più facilmente sul
grilletto con un trattamento del genere".

*Sì, ma le regole d'ingaggio?*
"Prima alzavamo il braccio - o accendevamo un faro di notte - poi una
raffica di avvertimento (in un paese dove tutti sparano per aria per
festeggiare) e quindi si mirava all'auto. Ma l'intervallo tra queste tre
fasi si riduceva sempre più. Avevamo chiesto delle vere barricate per
costringere al rallentamento ma i nostri genieri ci dissero che non
erano essenziali. In verità si era pronti a correre il rischio di fare
vittime innocenti per dimostrare chi fosse il più forte in campo".

*Erano davvero terroristi?*
"Nessuno, dalle auto su cui abbiamo sparato, ha mai risposto al fuoco. E
mai, nelle perquisizioni sulle vetture, abbiamo trovato armi. Soldi in
contanti, piuttosto, di gente che cercava di scappare. Ricordo la faccia
insanguinata di una bambina di 6 anni, e gli occhi dell'unico
sopravvissuto di una Kia rossa dalle parti dello stadio di Bagdad che
continuava a ripetermi: "Perché avete ucciso mio fratello?"".

*E lei cosa ha fatto?*
"Io sono andato dal mio comandante e gli ho detto che stavamo facendo
dei massacri inutili. Lui mi ha detto che avevo bisogno di riposo e di
vedere uno psicologo. Mi hanno rimandato a casa".

*I suoi soldati la pensavano come lei?*
"Non è il loro mestiere mettere in discussione gli ordini. Erano ragazzi
contenti del loro lavoro. E quando qualcuno ha cominciato a venire da me
con dei dubbi, il mio compito era di mantenerli motivati per far sì che
tornassero a casa interi. A loro dicevo "tornate a combattere", ma
dentro non resistevo più. Violavamo tutte le regole che ci avevano
insegnato".

*Ha letto dell'agente italiano ucciso?*
"Sì, e sapendo come funzionano i checkpoint non mi sorprende affatto:
prima si spara, poi si fanno le domande. Non c'era alcuna linea guida
sulla velocità dell'auto. Lo vado dicendo in giro da un anno ormai.
Sapevo che era questione di tempo prima che lo scandalo venisse a galla.
Tragicamente ci voleva una vittima famosa per denunciare anche i tanti
iracheni morti".

(10 marzo 2005)


E detto questo, buona domenica.


:: Tanachvil alle 11:56 ::pErMaLiNk::
:: Abbiamo vinto 0 Commenti: Usate questo d'ora in poi!!! ::


Questo link resterà qui per un po', per farvi leggere i vecchi commenti, ma d'ora in avanti usate il nuovo link là sopra, grazie!

'^°-.,_,.-°^'^°-.,_ :: :: Double, double, toil and trouble, fire burn and cauldron bubble...:: :: _,.-°^'^°-.,_,.-°^'


This page is powered by 
Blogger. Isn't yours?