NOCTURNE
"Quando dici molte parole, non sempre significano qualcosa, o forse non significano nulla comunque, e noi pensiamo solo che vogliano dire qualcosa". -Delirio-
:: By the pricking of my thumbs, Something wicked this way comes... :: :: HoMe Luna-link alla mia homepage | *Qualcosa da dichiarare?*|

" Sono fin troppo consapevole del fatto che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio
e io vivo nel terrore di non essere frainteso." (Oscar Wilde)

QUELO

"Le c0se n0n SeRve chE SiaNo aCcaDutE pEr eSsere vEre.
I RaCconti e i SognI son0 le vErità omBrA che durEraNno quanDo i seMplIci fAtTi sAraNno p0lVere e cEneri, e DimentIcati."
(Sogno, in Terre del Sogno)


Questo è un blog decappizzato
*A me MI piace*:
Il rosso intenso, gli orsi, cucinare, la corte Unseelie, la cancelleria, il verso dei corvi alla mattina, ma pensandoci bene i Corvi in tutto, la radio, cantare, le Storie, la neve fitta fitta, il sushi, la pioggia sugli abbaini, Guglielmo Scuotilancia, il vento di febbraio, Tori Amos, i dolci di carnevale, Il parco Talon, il caffè lungo filtrato, l'Irlanda, Baudelaire, Goldrake, fotoscioppp, i glitter, il ciclo Arturiano, Lush, la lingua Giapponese, Laurell K. Hamilton, giocare di ruolo, i fumetti, scrivere, lo swing, nuotare nei fiumi, i treni, Hogwarts, il Kyr Royal, gli appennini, ancora 5 minuti, Star Trek, tirar mattina, le candele che odorano di candela, creare cose, Spike, i maron glacés, il profumo all'anice stellato, la marmellata di rose, accendere il fuoco...





*A me invece non MI piace*:
La televisione al mattino, I carciofi, il lunedì, la Fallaci, l'emicrania, Fabio e Fiamma, le brioches scadenti, i realisti sempre e comunque, l'aceto, quelli che'giappione, cina, è uguale...', essere presa in giro, la dieta, svegliarsi presto, i telefoni, chi parla al cinema, il limone sul salato, i criticoni, la banalizzazione, il mal di piedi, la neve quando si sporca, i reality sciò, il gelato fatto con "le polverine", guidare in montagna, l'acqua gassata, Bush, la grappa, il traffico, le trasmissioni sportive, l'insonnia, i bagni alla turca, le vespe, i giornali economici, l'odore di sigaretta la mattina, Celentano, i vigili urbani, il naso chiuso, le mezze stagioni, Fabio e Fiamma, le mode lessicali...




[::.. Post on the Spot ..::]
:: Takling about Tolkien
:: Quesiti di Astronomia
:: Analizzando l'ammmore
:: The Iron Pagoda
[::.. Altre storie ..::]
:: La mia HOMEPAGE
:: Storie di Felsina
:: Tanachvil Flickr
:: DevianTANart
:: MySpace
:: Studio Dronio
:: Bascanos
:: Faeryboy
:: Bottomfioc
:: L.K.Hamilton
:: Valerio Evangelisti
:: Neil Gaiman
:: Neil Gaiman 2
:: AMERICAN GODS
:: JK Rowling
:: Bardolatry
:: The Kevin Bacon Game!
:: Hyper Trek
:: TrekPortal
:: Sexylosers
:: FURIAE
:: PotterPuppetPals!
:: Harry Potter Forum
:: TechnoratiProfile
:: Wikiquote

*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
No1984
Blog Aggregator 3.0 - The Filter
My Amazon.com Wish List

*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***

[::..PersoneNellaRete..::]
:: Notturno Felsineo-1
:: A laMesa y a laCama
:: Il cielo sopra Merlino
:: Masayume
:: MondoSecco
:: Vuoleunapellesplendida
:: MazingaAvanti!
:: Byron
:: Risveglio Antropomorto
:: Altromail
:: ZombieGlam
:: Eriadan
:: Monkeyling
:: Dialoghi allucinanti...
:: Brokenmirror
:: SeChAt
:: TLUC
:: HeartShapedKitekat
:: La Locanda
:: Fulmini nell'oscurità
:: Macchianera
:: Macchissenefrega
:: Il cammino del lupo
:: Ctr-alt-canc
:: Citirrì
:: Sestaluna
:: Il blog di Neil Gaiman
:: Giusec&Frienz

[::...Scrivo anche su...::]

Dei o Demoni


*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
::Hai voglia di parlare?::

Chat
Eowyn di provincia cerca Faramir, anche non numenoreano.
Astenersi perditempo e promessi sposi di principesse elfiche in cerca di emozioni.


*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
Licenza Creative Commons
Quest' opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Blogger Bolognesi Uniamoci! ;)
[::..Quel che e' stato..::]
ottobre 2002 novembre 2002 dicembre 2002 gennaio 2003 febbraio 2003 marzo 2003 aprile 2003 maggio 2003 giugno 2003 luglio 2003 agosto 2003 settembre 2003 ottobre 2003 novembre 2003 dicembre 2003 gennaio 2004 febbraio 2004 marzo 2004 aprile 2004 maggio 2004 giugno 2004 luglio 2004 agosto 2004 settembre 2004 ottobre 2004 novembre 2004 dicembre 2004 gennaio 2005 febbraio 2005 marzo 2005 aprile 2005 maggio 2005 giugno 2005 luglio 2005 agosto 2005 settembre 2005 ottobre 2005 novembre 2005 dicembre 2005 gennaio 2006 febbraio 2006 marzo 2006 aprile 2006 maggio 2006 giugno 2006 luglio 2006 settembre 2006 ottobre 2006 novembre 2006 dicembre 2006 gennaio 2007 febbraio 2007 marzo 2007 aprile 2007 maggio 2007 giugno 2007 luglio 2007 agosto 2007 settembre 2007 ottobre 2007 novembre 2007 dicembre 2007 febbraio 2008 marzo 2008 aprile 2008 maggio 2008 giugno 2008 luglio 2008 settembre 2008 ottobre 2008 novembre 2008 dicembre 2008 gennaio 2009 febbraio 2009 marzo 2009 aprile 2009 maggio 2009 luglio 2009 febbraio 2010 aprile 2010 maggio 2010 agosto 2010 settembre 2010 ottobre 2010 novembre 2010 marzo 2011 agosto 2011
** ** *°* ** **

“Quando il fato t’è contrario e mancato ti è il successo... Smetti di far castelli in aria e va a piangere sul...”

CURRENT MOON
moon phases
** ** *°* ** **


::martedì, settembre 19, 2006 ::

New York - Venerdì 7 luglio



Per prima cosa: chiunque abbia inventato l'aria condizionata e l'abbia poi data in mano agli americani è da considerarsi un criminale di guerra. Cazzo.
Non si può passare da 36 gradi a 16 e viceversa in continuazione, minchia!
Detto queso... New York. Manhattan. 8th avenue.
Sticazzi.
Questa città è il sogno americano. Non nel senso comune dl termine però. E' il sogno di un'America ideale, non perfetta, ma bilanciata nel suo delirio di opulenza e di disastri.
Siamo in America, te ne accorgi subito e la differanza col Canda è netta, come quella che può esserci tra un paesino della campagna provenzale e Roma. qui tutto è, prima di ogni altra cosa, gigntesco.
Le strade sono enormi, schiacciate in mezzo a colossi di vetro e acciaio, cemento e tralicci. E' uno di quei luoghi comuni che funzionano bene: ci sono giganti chini sulle trade di NY e sembrano i
Vagabondi di Tolkien, pietrificati al sole, piegati a guardarti per decidere come sia meglio mangiarti.
Il traffico sembra un incubo di sensi unici e divieti, ma per strada girano soprattutto taxi, a una velocità assurda e autobus, mezzi delle pulizie, camion di consegne e macchine della polizia. Il
traffico privato quasi non esiste e del resto, per quanto riguarda Manhattan, la macchina davvero non serve. Si cammina un bordello in questa città e la si può camminare tutta, in lungo e in largo. Letteralmente, dato che le strade sono una griglia perpendicolare perfetta, interrotta solo dalla Broadway che pare un colpo di mannaia che taglia in due tutta sta perfetta geometria del delirio.
Qui trovi veramente qualsiasi cosa tu stia cercando e a qualsiasi ora... Romanzi in giappionese, cene kosher a domicilio, gioielli, vestiti, tecnologia, gadget e intratenimento... Qui hanno tutto.
Tutto a portata di mano e di metro, basta pagare.
Ecco, praticamente sembra di essere nel centro del ciclone del consumismo mondiale e probabilmente è così.
Il nostro impatto appena arrivate è stato caotico e vitale, con la settima avenue piena di gente, in un lunedì 3 luglio caldissimo e nuvoloso, con l'Empire State Building illuminato di rossobiancoebblù per l'arrivo imminente dellIndipendence Day.



Salire sull'Empire richiede uno dei soliti deliranti percorsi iniziatici, un bel po' di fila e un biglietto per niente economico, ma alla fine vale davvero la pena di farlo. La vista, da lassù, è qualcosa di tanto pazzesco da sembrare finto.
E infatti, se si vuole, mentre si fa la coda, si viene fotografati con alle spalle un green screen. All'uscita vi verrà proprosto di aquistare la vostra foto contro uno sfondo surreale e artificiale
montanto su a photoshop. Giuro. Neanche a Gardaland!

Vale la pena di ammirare questa città dall'altezza delle nuvole, vedere i grattacieli che si affollano come foresta e i ponti in lontananza, vale davvero la pena. Il nostro primo giorno alla fine si è risolto con giri in giro e salita sul tetto della città, camminata lungo la quinta avenue, cena a base di hamburger e schifezze, come da copione.

Il giorno dopo era il 4 luglio.
Nessun particolare casino, nè dimostrazioni patriottiche particolari, sembrava abbastanza un giorno come gli altri.
Ah... Ho detto una cazzata, altro che giretti e basta! Lunedì 3 luglio, 15.30 ora locale, ci siamo trovatre un bell'Irish Pub sulla 33esima dove guardare la partita!

Molto tamarro, ma Italia-Germania non si poteva perdere!

Qui abbiamo fatto conoscenza con il nostro primo esemplare di Americanus Stronzissimus, quello che, se può farti un favore che non gli costa niente , NON LO FA. Lui ti rompe i coglioni e afferma il suo diritto a farlo.
Io avrei tanto avuto vogia di affermare la sua faccia sotto le mie scarpe, ma ho preferito evitare di visitare così presto il NYPD... Se poi non ci sta Sipowitz uno ci resta male!

Ora, come al solito, letto. qui nella hall del New Yorker fa un freddo insopportabile e il mio collo implora pietà...


To be continued...


:: Tanachvil alle 14:12 ::pErMaLiNk::
:: Abbiamo vinto 0 Commenti: Usate questo d'ora in poi!!! ::


Questo link resterà qui per un po', per farvi leggere i vecchi commenti, ma d'ora in avanti usate il nuovo link là sopra, grazie!

'^°-.,_,.-°^'^°-.,_ :: :: Double, double, toil and trouble, fire burn and cauldron bubble...:: :: _,.-°^'^°-.,_,.-°^'


This page is powered by 
Blogger. Isn't yours?